Esposizione temporanea, Morgex (AO)

Realizzazione 2012 – in collaborazione con l’architetto Edgra Vallora e Pieter Von Balthasar

Progetto vincitore per  il PIT EMB “Education à l’environnement” n°4.

… Non per sembrare maestrine dalla penna rossa, ma solo perchè il percorso risulta divertente e funzionale a quanto proporremo di seguito, proviamo a partire dalle definizioni stesse del verbo leggere, così come recita lo Zingarelli; due sono quelle che maggiormente ci interessano.
La prima, interpretare certi segni convenzionali o naturali, compito del geologo, del geografo e del naturalista. La seconda, comprendere e intuire i pensieri e le intenzioni di qualcuno, compito del visitatore.
Non è implicito, nella parola leggere, il senso della vista. E’ implicito però nel verbo vedere che, se come primo significato ha il percepire con gli occhi la realtà concreta,come secondo riporta esaminare, leggere, appunto. Rivolgere lo sguardo per vedere è anche la bellissima definizione di guardare; quell’osservare attentamente che è anche il significato più comune di mirare.
Ecco dunque il tema, il mirare.
Oltre a quanto detto prima, sempre dallo Zingarelli, il mirare è: ammirare, meravigliarsi. E, figuartivamente, considerare con l’intelletto. Se il tema è il mirare, l’oggetto è la meraviglia… stessa radice latina per le due parole: mirabilis-mirabilia. E la parola si trova anche nella lingua in francese, marveille… più misterioso etimologicamente il tedesco, wunder. (dalla Relazione preliminare al progetto)